E' TORNATO IL SOLE...

FOTO SCATTATAT DA ME

 

L'ARIA E' COSì LIMPIDA, SEMBRA CRISTALLO..

 

fa freddo, ma io amo il freddo, molto..

 

anche se le mie povere ossa stamattina lo sentono tutto tutto ed ho molto male, però il dolore atroce che mi aveva scatenato il sogno dell'altra notte si è attutito e mi sento più serena...

 

stamattina mi chiedo come si possa soffrire come soffro io e non morirne..

 

ci ho provato tante volte ad andarmenne da questa vita, dieci, per l'esattezza..

le ultime cinque ho fatto azioni alle quali nessuno sopravvive..

ma sono ancora qui...

 

ho ricevuto dalla vita, dalle persone che ho amato ed amo , a partire dai genitori, tali offese che davvero la mia vita è un baratro di infinito dolore che mai non cesserà di risuonare in ogni anfratto di essa..

vi fu uno psichiatra gentile ed umano, uno dei pochi che ho conosciuto, pechè gli altri sono dei folli sadici mascherati da benefattori, che mi disse:

' ari, nessun essere umano che abbia subito quello che tu hai subito, potrà MAI essere nè felice nè sereno '......

 

beh.. io la felicità la conosco e l'ho provata, anzi, in modo molto intenso, nè mi fa paura..

quando mi è stata data ne ho attinto a piene mani..

ma poi mi è stata tolta..

 

la serenità... a volte la provo..anzi, devo dire che sempre di più si consolida alla base di ogni mio pensiero..

ed è la serenità dal sapere che c'è altro.. che questa mia vita mortale non è che un piccolo sternuto della mia vita eterna..

ed io sto attendendo che esso termini, con relativo pizzicore del naso..

so che ci sono vicina,,

 

questa è la mia serenità..

io so, l'ho visto durante questi giorni mortali e lo ricordo perfettamente..

ricordo la quarta dimensione della vita sul pianeta dal quale discendo - antron -e la decima del mondo tra una vita e l'altra.. ricordo quando la mia anima era una e poi si è divisa..

tutte queste mie visioni le trovate narrate sulla pagina di questo sito

VISIONI DI UN DIVENIRE

se vi interessa leggerle..

 

per questo sono così felice di sapere che tornerò lì, assai presto...

 

non abbiate paura della morte..

la morte è quello che proviamo quando, dalle dimensioni superiori entriamo in questa, inferiore..

infatti il parto è dolorosissimo per il neonato, difficile e pauroso.

è un trauma che resta tale nella memoria base di ogni essere umano..

quella è la vera morte..

tanto è vero che il neonato è indifeso e necessita di immenso amore e cura per riuscire a sopravvivere e ad evolvere in un essere adulto...

quando questo corpo umano si stacca e libera l'anima. quella è una rinascita, una vera reale rinascita...

e ci lascia liberi, ci lascia in luoghi della vita e dell'ergia dove vi è la delizia dell'unione con l'UNO e della mancanza di bisogni..

quella è una rinascita vera..

 

 

non sono folle..

questa è la verità......

 

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Lucia d'alessandro (venerdì, 07 dicembre 2012 10:21)

    Buongiorno Ari,anche io amo il freddo..perchè amo il fuoco. Umile vestale di campagna ne sono servitrice e padrona.Corro di qua e di la per imboccare stufa e camino.Talvolta desidero una casa di città, il radiatore in ogni stanza. Ma lo so che non posso stare a lungo senza la voce del fuoco a riscaldarmi.

  • #2

    rossana parenti (venerdì, 07 dicembre 2012 14:19)

    io amo l'estate sara perche ' sono nata in agosto .ma rispetto tutte le stagioni .ari tesoro sono contenta che sei un pochino piu' serena quando sei triste sono talmente dispiaciuta che mi chiudo in me stessa e non ho la voglia di parlare .non sapendo come aiutarti .ti mando un grande bacio .a presto mia cara ! <3

  • #3

    ariannaamaducci (venerdì, 07 dicembre 2012 18:12)

    ma come potresti vivere tu, in un appartamento, lucia???
    tu, la donna dei girasoli, dei fiori della terra dei doni dell'orto..
    ma vah!!! moriresti dopo tre giorni..
    retsa nella tua grande casa, stai vicino a nostra madre terra.. coltivala, servila..
    e come vestale del fuoco, alza pensieri positivi per tutti noi..
    grazie di questo..
    fa bene a te ma anche a noi tutti..
    ti abbraccio

  • #4

    ariannaamaducci (venerdì, 07 dicembre 2012 18:25)

    cara rossana..
    no ti prego, non diventare triste, quando lo sono io..
    anzi, cerca di reagire tu per me, se io non ce la faccio..
    tristi in due andiamo sempre più a fondo..
    mettimi una battuta qui e fammi ridere delle mie follie..
    da te mi verrebbe solo il lato positivo di questo...
    io, tu lo sai.. ormai l'hai capito..
    ho il cuore infranto da tutte queste situazioni limite che ho vissuto e vivo..
    più di così non riesco a fare.. ma non voglio rattristare te.. non voglio.. ti prego, sorridi sempre, quando pensi a me.. sempre..
    ti voglio bene, ti abbraccio.. <3

  • #5

    lucia d'alessandro (domenica, 09 dicembre 2012 08:14)

    Buongiorno Ari buona domenica a te e agli amici che come me amano venire a visitarti, in questa piega del tempo e dello spazio. Capisco Rossana, anche a me capita di pensarti di più, in modo diverso, quando so che soffri maggiormente. E' per il dispiacere di non poter fare un gesto concreto per te.Darti un bicchiere d'acqua, ascoltare un tuo sfogo passandoti il fazzoletto e poi ridere d'improvviso di un aspetto che ci sembra ironico. Insomma tutte le piccole cose che fanno le sorelle abusive.Io oggi cerco di stare in casa, a godermi il freddo attraverso la finestra. Da quella laterale dellla cucina stamani si vede il Monte rosa Veramente rosa. Capita in certi periodi dell'anno, ti giri e lo vedi li con un cappello sfavillante di un rosa come di quadro naif nel cielo limpidissimo.E ripenso al maestro Cirillo che ce ne parlava e noi che guardavamo la cartina e ci sembrava esotico e lontano.

  • #6

    ariannaamaducci (giovedì, 13 dicembre 2012 05:57)

    ciao lucia....

    salutami il monte veramente rosa.....
    @>--