PREDICARE BENE E RAZZOLARE MALE

L'EDERA IN FIORE A NOVEMBRE..

 

 E MI SONO DETTA, CHE FAI: ARI, PREDICHI BENE E RAZZOLI MALE???

 

svegliata poco dopo le otto da una rompiscatole telefonica, sono andata in veranda a dare la libera uscita a gine e la colazione ai micetti..

fuori un vento caldo faceva stormire l fronde..

il cielo era azzurro e bellissimo..

e mi sono detta: che fai, ari, predichi bene e razzoli male??

ora stai male, è vero, però la forza per andare  fare un giro e vedere il mare e gine che corre e fa il bagno ancora ce l'hai e allora, che aspetti???

ma ero stanca.. ci ho pensato un po'..

poi ho deciso, ho vinto le mie resistenze interiori, ho preso la arimobile e sono arrivata fino in spiaggia..

il vento dal deserto tendeva il mare come una distesa quasi immota, senza un'onda, appena un sospiro il suo canto..

gine correva a perdifiato, ha fatto mille bagni, ha giocato con svariati cani, un delizioso bimbetto di 5 anni ed io ho chiacchierato amabilemente con il padre..

 

ora sono stanchissima e il sacro mi fa molto male, stare sedute troppo mi distrugge ma sono contenta di essere uscita..

un domani, quando non potrò più farlo, non mi rammaricherò troppo di tutto quello che ho perduto..

 

rientrando, sul cancello l'edera rossa era in fiore..

e questa foto è stata scattata per voi..

perchè vi è del bello ovunque..

basta avere gli occhi per vederlo..

e questo lo dico a me stessa, per quelle volte che affermo il contrario..

la mia vita è difficilissima, certo, ma ringrazio ancora di aver un cuore vivo..

 

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    arturo quadraro (domenica, 04 novembre 2012 16:45)

    Autunno
    Fronde accarezzate dal vento che sa ancora di giornate passate a rimirar quel mar d'incanto e di salmastri giochi, ch'allontanaron il pianto d'un tempo oramai finito, nell'oblio di quei fuochi ch'avvamparono sfrontati dentro questo mio cuore ardito. Ed ora tutto è immoto nell'attesa dell'invocato gelo ch'io sospiro d'arrivare in fretta a stendere sull'anima mia il suo pietoso velo.

  • #2

    lucia d'alessandro (domenica, 04 novembre 2012 17:56)

    Ciao Ari, sono contenta che tu sia uscita a prendere sole, aria buona e amabili chiacchiere. Spero ti abbiano corroborato nonostante la stanchezza. Io oggi ho razzolato in casa, causa pioggerella talmente fine che si confonde con le brume. Mi sono concessa due piccole uscite per fare un giro dell'orto e prendere dell'insalata e poi mi sono fatta una bella dormitina. E'da quando hanno rimesso l'ora solare che accumulo sonno. Mi sveglio assurdamente presto, prima delle 4 e ne risento. Oggi mi sono rimessa un pò in pari.Smack

    Fu il sole a chiamarmi verso il mare
    Un raggio filtrando tra foglie e fiori
    complici
    Perchè mi presentassi all'appello
    delle sue creature
    meravigliose..

  • #3

    ariannaamaducci (lunedì, 05 novembre 2012 00:20)

    amici miei, arturo e lucia, che gareggiate in bellezza con i vostri versi,ogni giorno qui ci accendiamo l'un l'altro..
    io vi do il la e voi mi date un ....si!!
    si, siete bellissimi, ed io vi voglio un bene grande!!

    sto aspettando che si carichi la foto dell'ultimo ritratto, finito pochi minuti fa..
    la passeggiata mi ha rilassato, ma il mio sacro ne risente assai per il troppo tempo passato seduta..
    sono stanca...
    ma di nuovo più serena...
    staremo a vedere!!
    ciao amici miei... vi abbraccio (^_^)

  • #4

    fedu (lunedì, 05 novembre 2012 00:40)

    Ciao ari, ti sento vicina ma oggi mi sento un gran vuoto...

  • #5

    ariannaamaducci (lunedì, 05 novembre 2012 11:53)

    fedu, amica mia...
    come ti capisco..
    fatti coraggio..
    ti abbraccio con tanto affetto..@>--