RITRATTO DI MILENA CIVITILLO

RITRATTO DI MILENA CIVITILLO- 2012 eseguito al pc interamente a mano libera
RITRATTO DI MILENA CIVITILLO- 2012 eseguito al pc interamente a mano libera

 

 

RITRATTO DI MILENA CIVITILLO

 

 

emozioni di un giorno particolare

MILENA CIVITILLO
MILENA CIVITILLO

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    rossana parenti (mercoledì, 24 ottobre 2012 23:20)

    bel lavoro , ormai sei in grado di fare chiunque . ci sei entrata dentro e non ti fermerai piu' complimenti artista ! <3

  • #2

    ariannaamaducci (mercoledì, 24 ottobre 2012 23:30)

    grazie rossana..
    e sono sempre più veloce..
    perchè ormai ho capito come fare...
    quanto mi diverto!!!
    qui, per i capelli e per lo sfondo ho usato una tecnica materica... devo studiarla meglio..penso di poterci fare diverse cose simpatiche...
    grazie mia maestra.. ti abbraccio..

  • #3

    arturo quadraro (giovedì, 25 ottobre 2012 20:49)

    Cara Ari...questa è la storia di Egeria. "Nella mitologia romana Egeria è una delle ninfe Camene. Secondo la leggenda, fu amante, consigliere (sulle leggi religiose) e in seguito moglie del re Numa Pompilio.[1].

    Quando il re morì, Egeria si sciolse in lacrime, dando vita a una fonte (...donec pietate dolentis / mota soror Phoebi gelidum de corpore fontem / fecit... Ovidio, Metam. XV 549-551), che divenne il suo luogo sacro, e che la tradizione identifica con la sorgente esistente presso la Porta Capena, vicino Roma.

    A Egeria venivano offerti sacrifici da parte delle donne incinte per il buon esito del parto.

    Insieme a Virbio, altra divinità minore del pantheon romano, la si ritrova associata al culto di Diana Nemorensis, nel Nemus Aricinum, l'insieme dei boschi che circondavano il lago di Nemi presso Ariccia.

    Alla sua figura è stato dedicato l'asteroide 13 Egeria.

  • #4

    ariannaamaducci (giovedì, 25 ottobre 2012 20:58)

    che bella storia, caro arturo, grazie..
    sciogliersi in lacrime per il dolore.. avrei davvero voluto anche io poterlo fare..
    alla fine, la dolce egeria, è stata fortunata..
    le sue lacrime scorrono e sono fertilità per chi si nutre di quella fonte...

    sono stata a nemi più volte e in tutta la zona dei castelli romani.. una zona splendida..troppo bella..e buone le fragoline!!
    grazie arturo..
    ricordo molti racconti della mitologia, ma tu sei una enciclopedia vivente.. :0))