VUOTO

SONO TRISTE SENZA DI TE -2012 olio su tela 13 x 18
SONO TRISTE SENZA DI TE -2012 olio su tela 13 x 18

 

 

VUOTO

 

 

Notte di

rappresaglia

 

Barricata inespugnabile

 

Un mattino nero

sarà domani

un nuovo

ultimo pasto.

 

13 ottobre 2012

 

 

Scrivi commento

Commenti: 13
  • #1

    rossana parenti (sabato, 13 ottobre 2012 08:39)

    ciao ari la tua poesia pur essendo molto triste e' straordinaria .in sintesi hai raccontato tutto il vuoto che hai dentro che ancora non riesci a colmare .un grande abbraccio .<3

  • #2

    arturo quadraro (sabato, 13 ottobre 2012 09:02)

    Scorci fugaci d'un muro scrostato....grigi sfumati d'un giorno perduto...e il cupo verde d'un'edera assorta....che in me però riporta la speranza che credevo abbattuta. E allora quel vuoto si colma d'un raggio di sole che tra le foglie timido pian piano traspare....per ricordare al mio non più disperato cuore... ch'anche nel vuoto più nero... esisterà sempre il tuo Amore.

  • #3

    ariannaamaducci (sabato, 13 ottobre 2012 13:10)

    ciao rossana..
    ho passato una brutta nottata..
    perduta nei miei fantasmi..
    non sono neppure riuscita a dipingere..
    ho lavorato ore ma il risultato era improponibile..
    ho scelto una foto molto difficile, ma volevo riuscirci..
    ora riprovo..
    ma alle otto di stamattina ero ancora sveglia..
    così sono stata tra il sonno e la veglia tutta la mattina..
    ora sono qui..
    sempre triste, ma sono qui..
    e riproverò a mettermi al lavoro..
    che tanto, altro non c'è, nella mia vita
    il mio lavoro e voi, tu..
    grazie amica mia..ti abbraccio

  • #4

    ariannaamaducci (sabato, 13 ottobre 2012 13:16)

    ed è proprio la amncanza di quell'amore, caro arturo, che rende nero ogni giorno...

  • #5

    arturo quadraro (sabato, 13 ottobre 2012 22:03)

    posso capirti cara Ari...... ho sempre perseguito l'Amore da quando ho preso coscienza che l'essere umano senza Amore non può vivere......e ti auguro di trovarlo un giorno.....in un altra persona........in Dio.

  • #6

    ariannaamaducci (sabato, 13 ottobre 2012 22:46)

    grazie arturo..
    dio io lo amo..nel senso che amo la creazione..ma non so se lui ami me.. nel senso che mi sta chiedendo davvero molto..
    un'altra persona?...
    la vedo molto difficile... molto..

  • #7

    arturo quadraro (sabato, 13 ottobre 2012 23:22)

    Si è vero cara Ari....Dio ti sta chiedendo molto.....ma qualcuno disse...e lo dioo non solo per consolarti.....a chi tanto sarà chiesto.....molto sarà dato. Abbi fede.

  • #8

    ariannaamaducci (domenica, 14 ottobre 2012 00:30)

    io conosco la gioia, la delizia, la felicità, l'estasi..
    mi ricordo di un luogo dove vi è solo tutto cioò e molto altro ancora che parola umana non può definire..
    quello attendo, arturo mio..

  • #9

    arturo quadraro (domenica, 14 ottobre 2012)

    Che venga la pace allora nel tuo cuore... quando verrà il tuo momento....perchè quello che ricordi esiste e attende tutte le persone di buona volontà per affrancare una vita di dolore e sofferenze ...Noi tutti stiamo vivendo nel bene o nel male il prodotto di quella legge di causa ed effetto che ci lega come un filo a tutte le nostre vite passate....L'anima è un filo di perle ed ogni perla rappresenta una vita vissuta...e l'una è legata all'altra in maniera indissolubile...ma raramente l'una ha il ricordo dell'altra per un'altra legge divina che è quella dell'oblio. Ma una coscienza indagatrice a volte ha la visione di qualcuna di queste vite passate. Come ti ho detto tempo fa ho avuto la rivelazione in un centro medianico di quali siano state le mie 2 ultime vite. nell'1800 sono stato un soldato inglese vissuto in India. nel 1700 ero un aristocratico francese di Chantilly...vite vissute nel bene e nel male ma con quel barlume di consapevolezza che mi ha permesso di sapere che tutto il creato è immerso e fa parte di quel Dio d'Amore che a volte ci sembra distratto..a volte persino crudele....ma sempre presente in una realtà logica che però può essere incomprensibile alla mente umana. Ecco perche ti ripeto di avere fede...di abbandonarti a quella sofferenza che ti ottenebra la mente e il cuore, perchè solo accettandola potrai poi superarla. Un abbraccio.

  • #10

    ariannaamaducci (domenica, 14 ottobre 2012 11:14)

    caro arturo,
    le tue parole sono consone a quelle che mi dice il mio cuore, che ho vissuto nella mia esperienza e che ho raggiunto con lo studio dei maestri..
    ci sono stati tempi in cui mi ribellavo al mio destino..
    a lungo mi sono ribellata, dando pugni al cielo, di disperazione, a volte di rabbia..
    incredula di tanta ostinazione nei miei confronti, che mai un giorno di pace io ho ricevuto dalla mia esistenza
    poi è venuto il tempo dall'accettazione
    e con esso una nuova sensazione di sfondo che mi ha ulteriormente cambiato.
    amico mio, se io non accettassi questi miei dolori, non potrei sopportarli..
    impazzirei..
    il calvario di tormenti senza fine, continui, perpetui, di dolori del corpo, del cuore e dell'anima, che voi non potete neppure lontanamente immaginare e che io vivo, porterebbero chiunque sulla soglia del suicidio..
    com hanno portato me per dieci volte..
    ora so che non mi è dato di forzare la mano di questo mio inflessibile padrone.
    forse voi pensate che i miei tentativi siano stati appunto, tentativi
    come molti mi dicono, gesti estremi per richiamare l'attenzione su di me o, come altri affermano, finzioni per avere il denaro dalla pensione d'invalidità.
    questo accade perchè a ciò che io ho messo in atto nessuno può sopravvivere
    il fatto che io sia sopravvissuta fa di me una persona non creduta..
    ma io ti giuro che almeno le ultime cinque azioni erano definitve..
    eppure sono qui
    e mi sono arresa..
    ma questo non toglie peso a questi tormenti, non sono loro che diminuiscono ma sono io che aumento
    aumento la mia forza, la mia pazienza la mia costanza la mia fede la mia gentilezza, il mio amore per la vita..
    dove potrà arrivare il mio dolore ed il mio accoglierlo, io non so..
    si legge di quei santi e martiri che hanno ricevuto stimmate e segni vari, che hanno vissuto il calvario che io ben conosoc..
    io sono come loro..
    non nel senso che sono santa, ma nel senso che ho ricevuto dalla mano creatrice quel fardello
    essa ne sa il motivo..
    io forse in parte l'ho individuato ma certo in una microscopica parte..

    ho fede?
    direi di si, ho fede..

    buona giornata di riposo, amico mio..ti abbraccio..

  • #11

    arturo quadraro (domenica, 14 ottobre 2012 11:34)

    Una buona domenica a te......con affetto

  • #12

    lucia d'alessandro (venerdì, 19 ottobre 2012 07:18)

    Ciao, Ari, questa figuretta sembra una crisalide, chiusa e compatta su se stessa. Nascosta sulla pagina inferiore di una grande foglia su di un'albero centenario. In un giorno piovoso di fine primavera, mentre stillano le ultime gocce dal cielo grigio perla. E tutto è pronto alla prossima esplosione di bellezza, guardando bene sulla sinistra s'intravede già l'orlo azzurro di un'ala della farfalla che verrà.


  • #13

    ariannaamaducci (venerdì, 19 ottobre 2012 14:47)

    lucia,
    tu sei poesia nella poesia
    uno sguardo che entra nel mio guardare e si avvita ad esso, lo completa..
    la mano che apre il mio foglio accartocciato..
    grazie...
    scrivimi ancora, sempre..non smettere
    mi rendi felice..